RASSEGNA STAMPA TAORMINA

Andare in basso

RASSEGNA STAMPA TAORMINA

Messaggio  Lucamenes il Lun 06 Ago 2012, 08:22

Un pò di rassegna stampa delle mostre di Taormina appena iniziate:

LA REPUBBLICA:
http://www.repubblica.it/speciali/arte/recensioni/2012/08/03/news/antonio_nunziante-40303330/

NEOSURREALISMO

L'Etna, il mare e le Muse

Nunziante narra la sua terraTaormina celebra con due mostre il pittore protagonista della nuova stagione della Metafisica. Tra visioni, miti e simboli, rivive la lezione di Böcklin e De Chiricodi
LAURA LARCAN

TAORMINA - La luce della Sicilia. Quell'energia che tutto avvolge con violenza e magia. Quella luce siciliana che sa abbagliare lo sguardo quando riflette sul biancore della camicia di un giovane appesa accanto ad una finestra spalancata sul paesaggio. O che domina con forza virulenta le colline, il profilo dell'Etna o le distese di mare svelando antiche mitologie. Quella luce che anima in un tourbillon di colori cangianti storie di vita e di amori, in una terra isolana che palpita di rimandi ancestrali e tradizioni secolari. E' la luce della Sicilia la vera protagonista delle grandi opere di Antonio Nunziante, pittore napoletano ma torinese d'adozione (classe '56) protagonista di un "neo-surrealiasmo simbolista", se ci si permette il neologismo, fomentato dalla lezione storica di De Chirico, Dalí, Picasso e soprattutto Arnold Böcklin precursore assoluto della pittura come viaggio nella mente dell'artista.

E' la suggestione di scenari sognati o agognati, di visioni fantasiose con cui trasfigurare la realtà, la cifra stilistica di questo pittore lirico e romantico che offre la "sua" Sicilia in una doppia mostra personale che gli viene dedicata da Taormina Arte: "Panorami di luce", dal 4 agosto al 30 settembre alla seicentesca Chiesa del Carmine, e "Viaggio a Taormina" sempre dal 4 al 30 agosto, alla sede della Fondazione Mazzullo. I Panorami di luce di Nunziante sono grandi tele che indagano le atmosfere emotive e psicologiche del viaggio, che al cospetto di scenari mozzafiato - come quelli che offre la Sicilia - innesca un gioco di rimandi a ricordi, sogni, fantasie intrise di una cultura classico-umanista come quella di Nunziante.

Miti e leggende cominciano a popolare le scene svelando i sentimenti più intimi e profondi dell'artista. Nelle opere di Nunziante, infatti, la realtà è solo apparente, perché è da questa soglia materiale di natura e mare, che Nunziante spicca il volo pindarico in un universo interiore e mentale alla ricerca dell'effetto dell'incanto e della meraviglia, non senza qualche traccia di esuberanza e retorica scenografica. Opere che risentono dei suoi maestri. Di Dalí cui si era accostato stilisticamente agli esordi della sua carriera, sedotto dalle teorie artistiche e dalla vita del pittore di Malaga. Di quel Böcklin - precursore della pittura Metafisica - che rimane sempre un riferimento costante lungo il suo percorso. Di De Chirico, la cui lezione è oggetto nel tempo di approfonditi studi per le formulazioni teoriche e la loro applicazione pratica.

Ma accanto a tali pittori, emerge in Nunziante anche il riferimento importante e fonte d'ispirazione incessante per la sua ricerca artistica alla filosofia, in modo particolare l'opera di due tra i più significativi pensatori dell'epoca moderna, Schopenhauer e Nietzsche. "E' un rutilare di colori, di cieli, di terre e di mari quella che le grandi tele di Nunziante fanno vivere - raccontano i curatori Giuseppe Morgana e Rossella Farinotti - Ambienti talmente evocativi e magici che risulta del tutto normale vedervi il tuffatore di classica memoria librarsi tra colline flessuose e potenti quanto potrebbero esserlo i cavalloni del mare di Sicilia".

Ma il rischio dell'effetto kitsch è equilibrato dalla tecnica pittorica di raffinata ricercatezza e virtuosismo. Come testimoniano nel medievale Palazzo dei Duchi di S. Stefano le opere create appositamente per Taormina da Nunziante: un ciclo ispirato dal recente soggiorno in Sicilia e culminata nell'opera divenuta immagine-simbolo dell'avvenimento, "La Centuressa", suggestiva interpretazione dell'antichissimo emblema di Taormina.


Notizie utili -
"Panorami di luce" dal 4 agosto al 30 settembre 2012, ex Chiesa del Carmine, e
"Viaggio a Taormina" dal 4 al 31 agosto 2012 Palazzo Duchi di S. Stefano - Fondazione Mazzullo, Taormina.
Orari mostra: tutti i giorni 10-13 e 18-22; lunedì chiuso.
Ingresso: intero euro 5, ridotto euro 3.
Informazioni: 0942.620129, www.grandimostretaormina.com 2 - www.taormina-arte.com 3


avatar
Lucamenes
FONDATORE
FONDATORE

Data d'iscrizione : 28.09.08
Età : 38
Località : -ITALY-

http://antonionunziante.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Repubblica.it

Messaggio  Lucamenes il Lun 10 Set 2012, 22:35

Segnalo il link dell'articolo dedicato alle mostre di Taormina apparso su La Repubblica.it :

http://www.repubblica.it/speciali/arte/recensioni/2012/08/03/news/antonio_nunziante-40303330/
avatar
Lucamenes
FONDATORE
FONDATORE

Data d'iscrizione : 28.09.08
Età : 38
Località : -ITALY-

http://antonionunziante.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum